Gli operatori on line sono molto restii a fornire dati.
Ed è comprensibile, vivono in un mercato molto vulnerabile, dove la fidelizzazione del cliente e la innovatività del servizio sono soggette a cambiamenti repentini.
E-Dreams dichiara quasi 20.000.000 di page views mensili, 1.500.000 visite alla settimana (il quadruplo di Alitalia) e una crescita annua del numero delle prenotazioni e delle vendite via Internet del 300%.
Alitalia non fornisce dati sugli investimenti in corso per potenziare i servizi Internet.
Comunque nell'ultimo anno il sito ha cambiato radicalmente struttura e incrementato i servizi, infatti sono state riscritte le sezioni orari, informazioni voli e servizi millemiglia.
Soprattutto il processo di acquisto è stato potenziato grazie all'inserimento della funzione "Cerca il tuo prezzo" (che cerca automaticamente la tariffa più bassa disponibile in un arco di 21 giorni), della funzione "+/- 1 giorno" (che permette di visualizzare le tariffe disponibili supponendo una flessibilità sia all'andata che al ritorno di più o meno un giorno) e della "ricerca per orario con prezzo" (pur in una ricerca per orario permette al cliente di orientarsi immediatamente rispetto ai prezzi più bassi offerti a seconda delle scelte effettuate).
Dal punto di vista funzionale oggi il sito Alitalia è certamente allineato tanto ai siti delle compagnie low cost che dei competitors tradizionali.
Da giugno 2005 è iniziata una massiccia campagna di e-mail marketing che include keyword advertising, search engine positioning, presenza con banner in portali e newsletter (MSN, Buongiorno Vitaminic), redazionali in comparatori di prezzo e operazioni di comarketing con importanti realtà Internet (TelecomItalia, BancoPoste Online).
Si tratta di varie centinaia di migliaia di invii di mail, centinaia di migliaia di SMS e milioni di impression in siti web.
Lo scorso aprile 2005 è stata ridisegnata la stessa home page per dare un segnale di completo cambiamento.
Sono stati accentrati i siti web locali, prima gestiti in periferia, ultimi a cambiare Francia, Regno Unito e Svezia il 13 luglio 2005.
Dopo l'home page, la sezione più visitata è quella relativa alla prenotazione del volo (che attira ben due terzi delle visite, segno che il sito viene utilizzato essenzialmente per comprare) e le offerte speciali.
Alitalia non fornisce dati dettagliati ma conferma che il web è diventato il singolo canale distributivo più forte per la compagnia (in un testa a testa con il call center).
I biglietti venduti online da gennaio a maggio 2005 sono aumentati di oltre il 40%.
Di seguito l'andamento delle visite al sito negli ultimi 18 mesi, grafico fornito direttamente da Alitalia.


Come si vede dai grafici seguenti, le visite avvengono prevalentemente durante i giorni e le ore lavorative, comunque il 18,22% avvengono nei fine settimana e il 42,89% nelle ore precedenti e successive alla chiusura degli uffici.
Combinando questi dati con quelli sulla destinazione degli accessi, si può ritenere che le visite avvengano dai luoghi di lavoro, ma in percentuale non piccola anche da casa.

Grafico 9: Sito Alitalia.it: Visitatori per giorno della settimana
Fonte: Alitalia, dati relativi a maggio 2005.

Grafico 10: Sito Alitalia.it: Visitatori per ora del giorno
Fonte: Alitalia dati relativi a maggio 2005.