I TREND IN ATTO



Ogni anno le attività collegate con il turismo occupano più lavoratori, muovono più soldi e servono più turisti.
Non tutti i Paesi crescono nello stesso modo, non tutte le imprese.
Quanto è strategico l'utilizzo delle nuove tecnologie per vincere anche nel turismo la competizione?
Questa è la domanda di fondo del nostro capitolo.
Negli ultimi mesi è successo quello che avevamo previsto nell'XI rapporto: scompaiono le commissioni d'agenzia sulla biglietteria aerea, le compagnie aeree si sono svincolate dal controllo dei GDS, le catene alberghiere stanno tentando di svincolarsi dalla egemonia di vendita dei portali internet alberghieri, internet rimane al centro di tutto.
Nel prossimo futuro i grandi fornitori di servizi turistici per sopravvivere non potranno solo tagliare costi e servizi ma dovranno differenziarsi, ad esempio fidelizzando il cliente che tratta con loro via internet o via telefono cellulare.
Gli alberghi cercheranno di raggiungere direttamente i clienti finali e le aziende recuperando margini di intermediazione e offrendo prezzi più interessanti e servizi più differenziati.
I GDS sopravvivono e sopravviveranno ma diventeranno qualcosa di diverso dai "moloch" del passato.
E' il momento del marketing territoriale: finalmente la competizione turistica passerà attraverso i servizi via internet e non solo.
Infatti nel prossimo futuro sarà l'integrazione tra internet, telefonia cellulare e televisione digitale a selezionare i competitori.
Del resto IATA nella sua riunione annuale del 2004 a Singapore ha chiaramente indicato le nuove tecnologie come chiave per i cambiamenti del prossimo futuro.
Entro il 2007 secondo IATA non esisteranno più biglietti di carta ma solo elettronici. IATA inoltre cercherà di promuovere un unico standard per i servizi automatici di check-in aeroportuale e prevede che queste apparecchiature diventeranno diffuse come gli ATM (i Bancomat).
La sostituzione delle strisce magnetiche con codici a barre sulle carte d'imbarco permetterà ai passeggeri di stampare le carte d'imbarco a casa o in ufficio.
Saranno i passeggeri a scegliersi il posto sull'aereo tra quelli liberi.
Niente più code e molto meno personale e costi in aeroporto.
Nel futuro meno prossimo IATA lancerà le etichette per bagagli con tecnologia RFID (identificazione con radio frequenza) per rendere ancora più semplice il trattamento corretto del bagaglio e sapere in ogni momento dove si trova.
La sola scomparsa dei biglietti cartacei farà risparmiare più di 3 miliardi di dollari l'anno alle compagnie, cifra esattamente pari agli utili previsti per il 2004 per tutte le compagnie![1]



[1] Financial Times 8 giugno 2004