INTERNET COME NUOVO MERCATO PER TUTTI



I numeri di Internet: l'Italia all'avanguardia?

Gli utenti di internet non si possono contare con precisione come i possessori di un telefono cellulare: infatti l'accesso può avvenire con connessioni singole (spesso gratuite o semi-gratuite) ma anche tramite una rete locale.
La prestigiosa NUA[2] stima in oltre 600 milioni gli utenti al settembre 2003 (vedi tabella 6).

Tabella 6

Utenti Internet - confronto ottobre '98 settembre '03
AREA GEOGRAFICA UTENTI INTERNET
- Ott.'98 % Sett.'03 %
Africa 800.000 0,5 6.310.000 1
Asia/Pacific 22.000.000 14,8 187.240.000 30,9
Europe 33.250.000 22,4 190.910.000 31,5
Middle East 750.000 0,5 5.120.000 0,8
Canada & Usa 87.000.000 58,7 182.670.000 30,2
Latin America 4.500.000 3 33.350.000 5,5
World Total 148.300.000 100 605.600.000 100

Fonte: www.nua.com


Il dato rilevante non è tanto il numero quanto il sorpasso: tanto l'Asia che l'Europa sorpassano il Nord America e aprono un futuro di internet come strumento veramente mondiale, dal punto di vista della distribuzione degli utenti.
Il dato sulla crescita degli Host, cioè dei nodi di collegamento di internet è invece un dato oggettivo.
Gli host mondiali passano da meno di 6 milioni a più di 200 in 9 anni con un tasso di crescita (vedi tabella 7) che continua a rimanere molto elevato nonostante i numeri totali raggiunti.


Tabella 7
Andamento della crescita Internet nel mondo dal 1995 al 2002
- NUMERO DI HOST CRESCITA
Semestrale Annuale
Gennaio 1995* 5.846.000 51,10 118,90
Luglio 1995* 8.200.000 40,30 106,80
Gennaio 1996* 12.881.000 57,10 120,30
Luglio 1996* 16.729.000 30,50 104,00
Gennaio 1997* 21.819.000 30,40 52,00
Luglio 1997* 26.053.000 19,40 55,70
Gennaio 1998* 29.670.000 13,90 36,00
Luglio 1998* 36.739.000 23,80 41,00
Gennaio 1999* 43.230.000 17,70 45,70
Luglio 1999* 56.218.000 30,,00 53,00
Gennaio 2000* 72.398.000 28,80 67,50
Luglio 2000* 93.047.800 28,50 65,50
Gennaio 2001* 109.574.400 17,80 51,40
Luglio 2001* 125.888.200 14,90 35,30
Gennaio 2002* 147.344.700 17,00 34,50
Luglio 2002* 162.128.500 10,00 28,80
Gennaio 2003* 171.638.300 5,90 16,50
Gennaio 2004* 233.101.500 - 35,80
* il metodo di analisi è cambiato a partire dal gennaio 1998. I dati per gli anni 1995-1997 sono "ponderati" per adeguare la vecchia metodologia alla nuova. Le percentuali del 1995 riferite al 1994 sono basate sulla "vecchia" serie di dati. La crescita nel gennaio 1994 rispetto a un anno prima era del 138%.

Ma dal 1987 al 2002 i dati di hoscount internazionali erano diffusi ogni sei mesi, ma per il 2003 sono stati pubblicati solo una volta, dopo la fine dell'anno.

Fonte: www.gandalf.it


Come si vede in tabella 8 i livelli di crescita dell'Europa sono buoni ma il grafico 9 ci mostrerà che sono inferiori a quelli mondiali.

Tabella 8

Crescita di Internet in Europa: numero di host Internet europei dal 1990 al 2003
1990 29.200
1991 129.700
1992 284.400
1993 553.400
1994 1.029.300
1995 2.206.400
1996 3.674.300
1997 5.790.000
1998 7.872.000
1999 10.268.000
2000 15.804.000
2001 22.332.000
2002 27.241.000
2003 33.708.000

Fonte: www.gandalf.it


Grafico 9: Indice di crescita del numero di host Internet - 1994 = 100

Fonte: www.gandalf.it



Il grafico 10 ci evidenzia che più di metà degli host sono statunitensi.

Grafico 10: Host Internet per grandi aree geografiche

Fonte: www.gandalf.it


In realtà gli USA ospitano anche servizi per gli altri paesi e pertanto è più corretta una analisi sugli host come quella fatta nel grafico 11, che esclude dalla torta gli host statunitensi.

Grafico 11: Host Internet nei 19 paesi col maggior numero esclusi gli USA

Fonte: www.gandalf.it


Tanto il grafico 11 che la tabella 9 ci mostrano una realtà poco conosciuta: l'Italia è nettamente in testa in Europa (e terza al mondo) per numero di host.

Tabella 9

I 20 paesi con più di 1.000.000 host Internet
- Numero di host dicembre 2003 Crescita % in un anno % su totale Per 1000 abitanti
Stati Uniti 147.116.789 +40,2 63,2 522,8
Giappone 12.962.065 +40,0 5,6 102,1
Italia 5.469.578 +41,5 2,4 97,1
Gran Bretagna 3.715 +26,5 1,6 62,2
Germania 3.421.455 +17,0 1,5 41,6
Olanda 3.419.182 +8,6 1,5 215,5
Canada 3.210.081 +2,6 1,4 106,1
Brasile 3.163.349 +41,4 1,4 18,6
Australia 2.847.763 +11,1 1,2 167,8
Twain 2.777.085 +28,0 1,2 131,8
Francia 2.7770.836 +28,4 1,2 47,4
Spagna 1.694.601 n.a. 0,7 41,4
Svezia 1.539.917 +27,3 0,7 173,4
Danimarca 1.467.415 +27,2 0,6 274,3
Belgio 1.454.350 +38,2 0,6 142,0
Messico 1.333.406 +20,4 0,6 13,7
Polonia 1.296.766 +53,7 0,6 33,6
Finlandia 1.259.763 +3,3 0,5 242,5
Svizzera 1.018.445 +40,8 0,4 139,8
Norvegia 1.013.273 +59,8 0,4 224,1

Fonte: www.gandalf.it



Ottimo anche l'indice di crescita (vedi grafici 12 e 13) e discreta la percentuale di host per abitante, migliore di Francia, Gran Bretagna e Germania, come si vede dal grafico 14/b.

Grafico 12: Host Internet - numeri in migliaia

Fonte: www.gandalf.it




Grafico 13: Host Internet - percentuali sul totale per ciascun paese

Fonte: www.gandalf.it



Come si vede dai grafici 14/a e 14/b siamo a centro classifica ma in testa ai grandi paesi europei.


Grafico 14/a: Host Internet per 1000 abitanti in 34 paesi: primi 14

Fonte: www.gandalf.it




Grafico 14/b: Host Internet per 1000 abitanti in 34 paesi: dal 14° al 34°

Fonte: www.gandalf.it



Il grafico 15 e il grafico 16 ci mostrano la costante crescita italiana anche in relazione alla grande crescita mondiale ed europea e il grafico 17 mostra le fasi del sorpasso su Francia, Germania e Regno Unito.


Grafico 15: Host Internet italiani come % del totale mondiale 1992 -2003 - dati semestrali

Fonte: www.gandalf.it




Grafico 16: Host Internet in Italia come % dell'Europa - 1990 - 2003

Fonte: www.gandalf.it



Grafico 17: Host Internet in cinque paesi europei 1995 - 2003 - Dati semistrali - numeri in migliaia

Fonte: www.gandalf.it



Dunque, come si vede bene nel grafico 13, l'Italia ha riguadagnato il tempo perduto soprattutto negli ultimi due anni: le nostre imprese credono in internet.
E i cittadini?
I dati del 2002 sulle abitazioni e sulle imprese con accesso ad internet ci danno al di sotto della media europea dell'Europa dei 15 (vedi grafici 18, 19 e 20).



Grafico 18: Abitazioni con accesso a Internet nell'Unione Europea nel 2002 - Percentuali su totale unità abitative

Fonte: www.gandalf.it



Grafico 19: Imprese con accesso a Internet nell'Unione Europea nel 2002 - percentuali su totale imprese

Fonte: www.gandalf.it




Grafico 20: Disponibilità di Internet nelle abitazioni

Fonte: Commissione Europea (Eurobarometro)



Molto mediocre (vedi grafico 21) anche la percentuale stimata di utenti sul totale della popolazione.

Grafico 21: Utenti Internet nell'Unione Europea nel 2001 - percentuali su totale popolazione

Fonte: www.gandalf.it



Probabilmente i dati del 2003 saranno migliori ma bisogna anche considerare che il tessuto economico italiano conta un numero enorme di microimprese e questo falsa alcuni dati comparativi.
Concludendo questa analisi di scenario: l'Italia ha aumentato in modo impressionante la propria presenza su internet ma non il proprio mercato interno.
Siamo pronti al salto qualitativo ma paghiamo una bassa alfabetizzazione informatica e telematica.
La navigazione in internet nel nostro paese avviene più dall'ufficio che da casa, e di questo bisogna tenere conto nel progettare i servizi.




[2] www.nua.com