Abbiamo chiesto agli imprenditori come utilizzerebbero, ad esempio, un pacchetto di ore, diciamo 10 (seminari, conferenze, gestire attività di laboratorio, coprogettare insieme ai docenti una unità per l'integrazione delle due culture, ecc.).

Degli intervistati 19 collaborerebbero con la scuola utilizzando un pacchetto di 10 ore (domanda 11 del questionario e 5 dell'intervista), anche se la maggior parte di essi ritiene che il tempo a disposizione è troppo poco.

Ad ogni intervistato è stato chiesto di scegliere, dando anche più di una preferenza che tipo di collaborazione ritiene più utile.

Il tirocinio è considerato la forma di collaborazione più efficiente ed efficace per 7 imprenditori, perché ritengono che faciliti l'interazione diretta tra i ragazzi e il personale delle aziende.

Otto aziende ritengono che siano più utili i seminari o le conferenze perché i ragazzi prima di essere inseriti nel mondo del lavoro, hanno bisogno di una buona preparazione teorica.

Anche le attività di laboratorio, in cui vengano studiati determinati casi aziendali, sono state ipotizzate come buona forma di collaborazione da nove intervistati.

Qualsiasi sia la forma di collaborazione scelta, per la maggior parte degli intervistati, essa deve essere continua, complementare all'attività scolastica e deve coinvolgere non solo i studenti ma anche i docenti.