In risposta alle richieste del pubblico sono state sviluppate diverse tecnologie che permettono ai genitori di controllare il materiale che entra nelle loro case via Internet.

Il sistema del filtro dà rilievo alla responsabilità dei genitori piuttosto che all'intervento pubblico e gode di un forte sostegno da parte degli operatori del settore e dei gruppi per le libertà civili, che lo giudicano il modo più efficace per risolvere i problemi specifici posti da Internet, poiché tiene conto delle differenze nei canoni di gusto e decenza esistenti tra paesi, comunità e famiglie. Vi sono tre modelli principali dei software di filtraggio: "blacklisting" (una "lista nera" di siti ai quali viene bloccato l'accesso), "whitelisting" (una "lista bianca" dei soli siti cui è consentito l'accesso) ed "etichettatura neutrale" (i siti sono etichettati o classificati, ma si lascia all'utente la decisione circa l'uso cui destinare l'etichettatura o la classificazione).

Blacklisting
Whitelisting
Etichettatura neutrale