Nell'ambito dei finanziamenti promossi dalla L.285/97 relativa a "Disposizioni per la promozione di diritti e di opportunità per l'infanzia e l'adolescenza" sono stati approvati nella Regione Molise sette progetti presentati da Comunità Montane, da Comuni associati e Province, che prevedevano di svolgere le attività nel biennio ' 97 - 99, ma che partiranno solo per la fine del 1999.

In origine la Regione Molise, nell'ambito dei progetti legati alla Legge 285/97, aveva stanziato finanziamenti pari Lit. 1.342.254.171 per il 1997 e a Lit.3.578.197.231 per il 1998.

La delibera indicava una serie di azioni per la fascia evolutiva compresa tra 0 e 19 anni. Tra esse, possiamo ricordare attività di innovazione e sperimentazione dei servizi socio - educativi per la prima infanzia, laboratori didattici, centri di incontro per ragazzi, ludoteche.

I progetti, che sono stati valutati dall'"Assessorato ai Servizi Sociali" della Regione Molise, prevedono la promozione di ludoteche o comunque di attività ludiche, rappresentano un ottimo impulso e comunque occasione di sviluppo di possibili cooperazioni nell'ambito del servizio offerto dalle future ludoteche promosse da questo nostro Progetto.

Riportiamo un accenno alle iniziative per avere modo di verificare quali sono le modalità di richiesta e la progettazione di interventi nel settore dell'educazione e, in particolare, delle ludoteche:

  • attività relative al Progetto, "Interventi di sostegno domiciliare ed economico alle famiglie in difficoltà e proposte per il tempo libero, la creatività e la fantasia". Le iniziative sono state promosse dalla Comunità Montana "Cigno Valle Biferno" con sede in Piazza Vardacchione, 3 - Casalenda
  • un progetto presentato dalla Comunità Montana del Fortore Molisano e concernente "Un servizio psico - socio - educativo territoriale per interventi di sostegno alla relazione adulto - bambino/adolescente e promozione e sostegno alla realizzazione di attività ludiche e culturali per bambini ed adolescenti"
  • una proposta presentata dai Comuni Associati di Portacannone (Campomarino, Guglionesi, S. Martino in Pensilis, Ururi) nella Provincia di Campobasso riguardo a un potenziamento dei servizi già esistenti sul territorio per i bambini dai sei ai dodici anni di età, comprende l'allestimento di una ludoteca - biblioteca e "la costituzione di un'equipe multiprofessionale con compiti di sostegno alla funzione genitoriale, per assicurare un maggior rispetto dell'identità e della personalità dei soggetti in formazione"
  • iniziativa promossa dalla Comunità Montana "Alto Molise" Agnone, denominata "Ragazzi, Famiglie e Territorio" che si svilupperà in tre fasi: la prima, orientata ad un intervento nelle scuole, con il coinvolgimento dei bambini e degli adolescenti nella cura delle problematiche ambientali e storico - culturali del proprio territorio; la seconda si propone finalità socio educative e di animazione di preadolescenti ed adolescenti con la realizzazione di iniziative extrascolastiche; ed una terza, infine, mirata, attraverso il sostegno delle famiglie nelle relazioni genitori - figli, a colmare il rilevante gap generazionale che a livello locale caratterizza il territorio
  • un "Progetto di rete per la Comunità Montana Sannio a favore dei fanciulli, preadolescenti ed adolescenti" con sede a Frosolone (Is)
  • un progetto denominato "Centro polivalente. Dal bambino alla famiglia: servizi flessibili per bisogni differenziati", ha una forte connotazione di innovatività e risulta di particolare importanza perché rilevante è l'approccio definito "welfare mix" inquadrabile nell'ottica di "privato sociale". È stato proposto dalla Provincia di Isernia e non dalla Comunità montana di Isernia, e dato in attuazione alla "Cooperativa Servizi Sanitari"

Pensiamo possano essere numerosi gli spunti e le possibilità che si possono ricavare dall'attuazione di detti progetti, soprattutto in relazione alle possibili cooperazioni attuabili da parte delle nuove "responsabili di ludoteche molisane", visto anche che in nessuno di detti Progetti, vengono tenute in considerazione le possibili conseguenze in termini di crescita e miglioramento della qualità della formazione derivante dall'introduzione dei nuovi strumenti multimediali.