A fronte di una previsione di 90 allieve per ogni annualità, 68 corsiste hanno terminato le attività della prima annualità, 83 la seconda.

Nonostante il progetto non prevedesse obblighi occupazionali la maggioranza delle corsiste sono entrate nel mercato del lavoro.

Per quanto concerne le ricadute occupazionali della prima annualità del progetto multiregionale "Le ludoteche: un servizio per le madri e per le imprese" siamo a conoscenza che molte allieve sono entrate nel mercato del lavoro (settore informatico e telematico, del marketing, delle pubbliche relazioni….), grazie alle competenze acquisite e alle esperienze maturate nell'ambito del progetto.

Dati alla mano si può affermare che circa l'80% dei partecipanti, entro l'anno, ha trovato lavoro.

Di questo risultato è fondamentale considerare, infine, il potenziale Effetto Moltiplicatore.

Infatti, si deve tener presente che un corso finalizzato all'autoimprenditorialità, oltre ad inserire un soggetto nel mercato del lavoro attraverso la costituzione dell'azienda, favorisce indirettamente la creazione di altri posti di lavoro dipendente.

Nel caso specifico della ludoteca, inoltre, il rapporto di 1 operatore a 10 utenti comporta la liberazione del tempo di 10 mamme, che usufruendo del servizio e di personale specializzato, avranno l'opportunità di entrare o rientrare nel mercato del lavoro.

Non è, invece, possibile riportare con la stessa precisione le ricadute occupazionali della II annualità del progetto, poiché i corsi previsti sono terminati da troppo poco tempo. Tuttavia come per i primi corsi, anche nei più recenti ci sono, in prospettiva, ottime ricadute occupazionali poiché:

le strutture che ospitano le corsiste in stage dimostrano interesse a trasformare i rapporti di tirocinio in rapporti di collaborazione;

dalle docenze di autoimprenditorialità sono emersi dei gruppi eterogenei di discenti che, aiutati dagli insegnanti, stanno raccogliendo materiali utili per sviluppare le idee imprenditoriali e trasformarle sia in progetti autofinanziati che in bozze di progetti da presentare qualora la Pubblica Amministrazione mettesse a disposizione dei fondi.

Rimane valido, per una minoranza di allieve, anche la possibilità di entrate nel mercato del lavoro nel settore informatico e telematico, del marketing e delle pubbliche relazioni grazie alle competenze acquisite e alle esperienze maturate nell'ambito del progetto.

Visti i risultati, il Consorzio Nuove Opportunità ritiene che l'intervento sia ripetibile con ulteriori edizioni, possibilmente nell'ambito della programmazione regionale, in particolare nelle regioni che stanno predisponendo una legislazione di supporto allo sviluppo delle ludoteche.