Internet è già la vetrina di tutti i principali operatori, delle compagnie crocieristiche, delle città d'arte, dei musei, dei circuiti sciistici, delle offerte che non trovano spazio nei cataloghi come agriturismi, bed&breakfast, ostelli e ristoranti tipici.

Per ora però, almeno in Italia, pochi siti sembrano avere i numeri per sopravvivere.

E i last minute sono i più agguerriti.

Nella tabella 30 sono messi a confronto i dati relativi a LASTMINUTE.COM, EDREAMS e TRAVELPRICE.

Eppure nonostante i dati rilevanti su utenti, fatturato e investitori, LASTMINUTE in Italia fatica a decollare e per attrarre nuovi clienti, soprattutto per la vendita di pacchetti turistici, ha attivato un call center.

Nelle tabelle 31, 32 e 33 i dati su LASTMINUTE.COM, nella tabella 34 i risultati del primo anno di vita di LASTMINUTE.IT, già leader della sua fascia di mercato secondo Nielsen.

Le tabelle 35, 36, 37, 38, 39 e 40, elaborate sulla base dei dati forniti dal sito, ci consentono di sezionare il traffico in ingresso e di segmentare gli utenti.

Molto significativo l'interesse per gli hotel, i regali e le offerte speciali.

Altrettanto significativa una presenza femminile molto superiore alla percentuale di donne su Internet e l'alto livello di reddito e culturale.

Non stupefacente la concentrazione dell'utenza nel Nord e nel Centro con una impressionante presenza della sola Lombardia.

EDREAMS ci ha fornito alcune interessanti e dettagliate statistiche (vedi tabelle 41 e 42) che addirittura ci consentono un confronto esclusivo tra traffico e vendite, evidenziando le vendite perfezionate sul Web e per telefono, suddivise tra hotel, biglietteria e pacchetti.

I dati sono chiaramente molto parziali ma indicano, ad esempio, dei flussi costanti settimana per settimana.

TRAVELPRICE, di cui diamo una descrizione nella tabella 43, ci ha fornito dati relativi all'intero 2001 sui visitatori, le pagine viste, le prenotazioni e le partenze (tabelle 44, 45, 46 e 47).

Estremamente analitici e di grande interesse per il raffronto con le vendite tradizionali, i dati sulle destinazioni più vendute, segmentate per paese (tabella 48) e sulle destinazioni delle vendite di biglietteria aerea (tabelle 49, 50, 51 e 52).

Internet non è solo last minute pertanto analizziamo brevemente due siti significativi nei loro segmenti di mercato: il CTS e l'ALITALIA.

Il CTS dichiara una percentuale di vendite via Internet tra il 5 e il 10%, molto alta se si pensa che ha circa 160 uffici in tutta Italia.

Nelle tabelle 53, 54, 55, 56 e 57 sono riassunti vari dati statistici tra cui spiccano le visite del sito nel mese di agosto, segno di una propensione al last minute più estremo e una percentuale di visite pressochè costante dalle 11 del mattino a mezzanotte, indicativa di un pubblico molto sganciato dagli orari d'ufficio.

Interessanti anche i dati ALITALIA riassunti nelle tabelle 58, 59 e 60.

Dopo gli orari, l'interesse dei navigatori si concentra sulle offerte speciali e sulla rendicontazione degli abbuoni "MilleMiglia"; le prenotazioni sono decisamente poco utilizzate.

Schiacciante la maggioranza di utenti italiani e decisamente d'ufficio il tipo di utenza.